18
Ott
2002

IL GATTOPARDO

Sim Van
La vicenda descritta nel romanzo si svolge in Sicilia, all'epoca del tramonto borbonico, quando giÓ incalzano i tempi nuovi, dall'anno dell'impresa dei Mille di Garibaldi la storia si prolunga fino ai primordi del Novecento.
Protagonista Ŕ una famiglia della più alta aristocrazia isolana, i Salina, sul cui stemma Ŕ raffigurato un gattopardo, ma la narrazione si accentra quasi interamente intorno a un solo personaggio, il principe Fabrizio Salina, il "Gattopardo", uomo complesso e tormentato che trova nella passione per l'astronomia e per la caccia una via di fuga dallo spazio e dal tempo in cui vive.

La storia comincia quindi narrando i fatti di casa Salina durante i giorni in cui i Mille sbarcano nell'isola, quando anche il nipote preferito di don Fabrizio, il giovane e avvenente Tancredi Falconieri, decide di unirsi ai garibaldini affermando che, "Se non ci siamo anche noi, quelli ti combinano la repubblica. Se vogliamo che tutto rimanga com'Ŕ, bisogna che tutto cambi".

Terminati poi i momenti più critici della spedizione di Garibaldi, la famiglia Salina si trasferisce, come ogni anno, nella residenza estiva di Donnafugata, dove Tancredi conosce Angelica, la bellissima figlia di don Calogero Sedara, un sensale arricchito, divenuto sindaco del paese e simbolo dell'ascesa sociale della nuova ricca borghesia. La ragazza, con la sua grazia e la sua ricca dote convince Tancredi a sposarla e il Principe acconsente alle nozze.
Intanto da Torino, allora capitale del Regno, viene offerta la nomina a senatore al Principe, ma egli, molto scettico, declina l'offerta indicando come più adatto proprio don Calogero Sedara.

Gli anni trascorrono: don Fabrizio constata che alla sua classe, quella dei "Gattopardi", Ŕ subentrata quella degli "sciacalli", avida di guadagni e povera di tradizioni, come appunto i Sedara. Quindi, dopo essere stata a lungo da lui corteggiata, la morte lo coglie in una camera d'albergo con vista sul mare a Palermo, nel luglio1883, dopo un lungo e faticoso viaggio a Napoli.
Le sue tre figlie, zitelle, continueranno a vivere a villa Salina, ormai ricoperta di polvere e di vecchi ricordi, come uniche superstiti di quello che fu uno splendido casato.

Il Gattopardo é un libro di difficile interpretazione. Esso presenta temi contrastanti: i cambiamenti storici della Sicilia; l'introspezione interiore di un aristocratico che vive personalmente il disagio di una generazione a cavallo tra due contesti politici differenti; il senso di decadenza della Sicilia e della classe aristocratica, che lascia il posto alla nuova borghesia, capace di adattarsi più in fretta ai cambiamenti.
L'autore, che come il protagonista appare sfiduciato ed indifferente nei confronti del contesto politico e sociale del tempo, svela la vera identitÓ della Sicilia, una regione da sempre chiusa in se stessa, e dei siciliani, intolleranti alle novitÓ. E lo fa con un'ironia tipicamente siciliana, beffarda e tagliente, espressa abilmente dal linguaggio.
Tramite la descrizione dei paesaggi assolati, dominati dal senso di morte e dalla pigrizia di un clima caldissimo, dei giardini e degli interni dei palazzi signorili, anch'essi intrisi di decadenza e di morte, dei personaggi, su cui incombe spesso l'ombra della morte, egli sviluppa il motivo più autentico del romanzo, la negazione della storia, la sterilitÓ dell'agire umano.

( Feltrinelli, Milano)
Giuseppe Tomasi, duca di Palma e principe di Lampedusa, nacque a Palermo nel dicembre del 1896 e morì a Roma nel Luglio del 1957. Fu uomo di vasta e raffinata cultura ma ebbe solo occasionali contatti con gli ambienti letterari. Partecipò alla prima guerra mondiale quindi intraprese la carriera militare, ma si dimise nel 1925 in seguito all'instaurarsi del regime fascista. Trascorse il resto della sua vita tra studi e viaggi all'estero in una sdegnosa indifferenza verso l'Italia ufficiale.
Il suo capolavoro, Il Gattopardo, pubblicato un anno e mezzo dopo la sua morte, rimase a lungo inedito, rifiutato da molti importanti editori, ma al suo apparire fu subito riconosciuto come una delle massime opere letterarie del nostro secolo e tradotto in tutto il mondo, oltre che portato sullo schermo dal regista LuchinoVisconti.


 Ultime dai Forum

  • tesina maturitÓ ...
    salve a tutti,vorrei un consiglio sulla tesina di maturitÓ.. vorrei portare un argomento che mi sta a cuo ...
  • aiuto tesina ragioneria ...
    Vorrei parlare dei limiti dell'uomo. Sn uno studente della ragioneria serale e desidero poter avere un'idea per colleg ...
  • ELIMINAZIONE ACCOUNT E POST OBSOLETI ...
    Ciao Ragazzi,

    avrei la necessitÓ di eliminare un vecchio account ed i suoi post correlati. Purtroppo si tratta
    ...
  • Progetto Start@UniTO ...
    Ciao a tutti!
    Vi segnalo Start@UniTO, un progetto dell'UniversitÓ di Torino che mette a disposizione 20 insegna
    ...
  • Offro aiuto per fare tesine ...

    Citazione:

    Citazione: Ciao! Se ti serve aiuto per completare la tua tesina o cercare materiale fammelo sapere!!! Ho tanto temp ...

  • tesina maturitÓ informatica ...
    Ciao a tutti sono alla ricerca disperata di idee per una mappa concettuale da presentare alla maturitÓ. qualcuno ...

 Ultime tesine e appunti caricati

Seguici su:
Seguici su FacebookSeguici su Twitter

 

© Tesine.net Ŕ una testata giornalistica online registrata al Tribunale di Ferrara con autorizzazione n. 4/11 del 10 maggio 2011 - Partita IVA: 04304390372

Powered by Pigreco ver. 4.226